Portale UFFICIALE CINEMA 4D Italia         

MENU

SubMenu & Filters

Corsi Maxon Cinema 4D R20
Bologna Aprile 2019
con Trainer Certificato

Viaggio nella lana

Art. 179 Pubblicato il 2015/04/08 da

Il famoso logo Woolmark accompagna da sempre i prodotti in lana di alta qualità, assicurando che si tratta di pura lana al 100%. Come parte della costante attività promozionale, la Woolmark Company si è rivolta allo studio&boutique londinese Neon allo scopo di progettare un filmato che descrivesse le diverse fasi del processo di produzione della lana, partendo dalle pecore fino ai capi.

"Lo spunto per 'Lost and Found' era semplice ma impegnativo", racconta Tom Bridges, amministratore delegato di Neon. "Woolmark voleva che descrivessimo il processo di produzione della lana in modo divertente. Come l'avremmo ottenuto era a nostra discrezione e, dopo aver riflettuto, ci è venuta l'idea di mostrare il processo dal punto di vista di un pezzo di lana. A gennaio abbiamo avuto l'ok; poi abbiamo impiegato un paio di mesi per perfezionare lo script. Woolmark ci ha dato carta bianca riguardo al look e all'atmosfera".

Il primo passo è stato quello di iniziare con una attività di ricerca, raccogliendo materiale di riferimento pertinente e pianificando gli shot. "Lo storyboard e lo sviluppo dello script ci hanno impegnato per due mesi", commenta Tom. "Avevamo chiaro fin dall'inizio lo stile generale: volevamo creare degli shots fotorealistici, ma visivamente e fisicamente impossibili. Il nostro film 'Macro' era l'idea di partenza, il filo conduttore per quello che stavamo cercando di realizzare".



Macro era un progetto invernale per R&D, dove il team di Neon aveva l'obiettivo di creare un video con uno skateboarder. La sfida era mescolare perfettamente il live action con CG fotorealistica. Lo shot presenta angolazioni impossibili e tantissime super slow motion, oltre ad un'estrema profondità di campo. Il tutto ha permesso a Neon di "sviluppare un processo che permetta di creare questi shot con un piccolo team di artisti, invece del solito piccolo esercito!". E' chiaro che il progetto "Macro" ha posto le basi per lo spot Woolmark, visto che entrambi i film condividono lo stesso DNA nel design. E' possibile visionare il video "Macro" di R & D a questo link.

"Lost and Found" inizia con uno shot dal vivo di una pecora che viene tosata; a quel punto un ciuffo di lana vola via iniziando il suo viaggio. Il filo è stato creato utilizzando il sistema Nhair di Maya e poi animato utilizzando una combinazione di simulazione e di keyframe.



Il filo inizia a fluttuare attraverso il processo di lavorazione e viene presto catturato da un mulinello di aria tiepida che lo porta sopra ad una tazza di caffè. Questo shot è un tipico esempio del progetto, dove si incorpora una tazza in CG che emana del vapore simulato, il tutto impostato su uno sfondo reale. "Abbiamo utilizzato il maggior numero possibile di elementi reali", spiega Tom. "Tutti gli shot sono stati tracciati, e abbiamo usato molto il projection mapping."

Per il live-action, gli addetti hanno girato i filmati a Biella nel nord Italia, in Australia e nel Regno Unito a Huddersfield. "Fare in modo che tutto questi materiali si combinassero fluidamente, insieme ad altre parti da noi realizzate completamente in digitale, ha richiesto molte ottimizzazioni."



Affinchè gli shot apparissero corretti, il team si è affidato ad HDRI scattate sul posto, in combinazione con luci native di Cinema 4D. "Tutta la profondità di campo era in-camera", aggiunge Tom. "Il Physical Renderer di Cinema 4D ha lavorato davvero bene in questa circostanza per farci ottenere l'aspetto voluto".

Mentre la maggior parte degli shot incorporano elementi del mondo reale, ci sono alcune sequenze che sono interamente in CG. Una di queste è la scena di un primo piano della mano di un sarto mentre traccia con il gesso su un tessuto pronto per essere trasformato in vestito. Anche se sembra tutto fotorealistico, la mano, il gessetto e i materiali sono tutti in CG: "Abbiamo creato le mesh con la fotogrammetria e integrando svariate immagini fisse. Cinema 4D è stato usato per l'animazione e il texturing, e inoltre è stato usato il suo sistema particellare per la creazione delle polveri rilasciate dal passaggio del gessetto".

L'output finale è stato gestito con Deadline Render Management System di Thinkbox Software, che, come conferma Tom, si integra molto bene con Cinema 4D. "Abbiamo cercato di mantenere gli step molto semplici" racconta. "La principale armonia e bellezza viene data da alcuni passaggi tecnici: la profondità, gli oggetti presenti e così via."

Dopo aver renderizzato la sequenza, il compositing finale è stato realizzato in Nuke di The Foundry, con l’utilizzo di Adobe After Effects per determinati elementi. Il lavoro di post-produzione ha invece aggiunto "diversi lens flares e un tocco di bellezza in generale", afferma Tom. "Abbiamo aggiunto tanti effetti di polvere e particelle per cercare di dare un aspetto il più naturale possibile alla CG."

Lo spot finito dura circa 2 minuti e 43 secondi, e l'output ha una risoluzione di 2K. Lo studio Neon ha iniziato il progetto nell'aprile del 2014, consegnandolo alla fine di agosto. "Al progetto hanno lavorato diverse persone e in tempi diversi", commenta Tom, "ma il team variava da 2 a 5 persone. Utilizziamo principalmente iMac e Mac Pro come workstation, e abbiamo una render-farm in loco dotata di 144-core".

La qualità del film finale testimonia sia l'ingegnosità di Neon nel combinare perfettamente elementi digitali e live action, sia l'affidabilità del Renderizzatore Fisico di Cinema 4D, che chiaramente è in grado di riprodurre immagini fotorealistiche in modo meraviglioso.

Il commento finale di Tom si rivolge a tutti coloro che vogliono migliorare il loro lavoro in Cinema 4D: "Siate audaci” suggerisce, "...e siate spietati nel gettare via tutto quello che non funziona. Molto meglio arrendersi e cambiare strada, piuttosto che sprecare tempo prezioso a perfezionare qualcosa che non funzionerà mai!".

Steve Jarratt è un giornalista di tecnologia di lunga data oltre che un appassionato di CG, con sede in UK.

LINK

Advertising

Condividi / Seleziona lingua
You can translate the content of this page by selecting a language in the select box.
Commenta
Copyright 2018 Matteo Sacco
Partita IVA 01973081209
Bologna,Italy

MAXON e CINEMA 4D appartengono a
MAXON Computer GmbH, MAXON Computer Inc.,
MAXON Computer Ltd., MAXON Computer Canada Inc.