Portale UFFICIALE CINEMA 4D Italia         

MENU

SubMenu & Filters

Corsi Maxon Cinema 4D R20
Bologna Aprile 2019
con Trainer Certificato

Un mondo senza uomini

Art. 69 Pubblicato il 2012/03/08 da

Che mondo sarebbe se tutto il genere umano fosse estinto? Cosa succederebbe alle case, ai ponti, alle fabbriche, alle chiese e a tutte le altre strutture, se lasciate abbandonate a se stesse per centinaia di anni? 

Questa domanda non se la sono posta solo gli autori di fiction fantascientifiche, ma anche i produttori dei documentari ECHT, i quali sono trasmessi da MDR. Quando si cerca di visualizzare scenari interessanti, gli emittenti televisivi creano sempre dei documentari per riuscire a visualizzarli.

Architetti ed altri esperti avevano il compito di stabilire gli elementi richiesti, che sono poi stati trasmessi agli esperti di animazione della Visualimpression per la visualizzazione. La Visualimpression ha effettuato un processo di invecchiamento alle strutture e agli ambienti così ben fatto che riesce a far scorrere un brivido lungo la spina dorsale di coloro che lo vedono. 

Gli elementi selezionati per la visualizzazione sono una piazza nella storica città di Magdeburg, un importante nuovo ponte di Dresda, un edificio residenziale storico ed un moderno salotto. Per prima cosa, il team ha deciso il processo di decadimento: il calcestruzzo inizierà a sgretolarsi, i rinforzi in metallo ad arrugginirsi, la carta da parati si staccherà dalle pareti, ci sarà una diffusione di funghi e muffe e le facciate si indeboliranno. 





Creare una simulazione del genere e presentarla come un'animazione è un compito complesso. Il CEO della Visualimpression, Stefan Haberkorn, ed il suo team di professionisti creativi ha avuto 20 giorni per completare il progetto e aveva bisogno di uno strumento stabile ed affidabile con cui lavorare. 

Per creare e renderizzare la scene è stato utilizzato CINEMA 4D: alcune di esse contengono fino a 5 milioni di poligoni e hanno impegnato al massimo le workstation a 32GB. Per risparmiare memoria, il team ha utilizzato gli shader di CINEMA 4D al posto delle bitmap. In aggiunta al processo di invecchiamento accelerato a cui sono state sottoposte le strutture artificiali, le animazioni dovevano dimostrare anche il rinvigorimento della natura – la crescita degli alberi, il muschio e l'edera che si diffondono attraverso pareti e pavimenti. Si doveva creare un numero infinito di tracce animazioni, le quali dovevano poi essere gestite. In questa fase, il team della Visualimpression è stata in grado di utilizzare al meglio gli strumenti di animazione di CINEMA 4D.



Il team ha utilizzato Dynamics per animare il processo di decadimento delle strutture. Gli effetti particelle di CINEMA 4D sono stati utilizzati per animare le pareti e le nubi di polvere in movimento. MoGraph è stato utilizzato per animare le piante che risalivano lungo i lampioni e si diffondevano attraverso le linee della corrente.

Ognuna delle cinque scene è composta da circa 3000 immagini, quindi circa 15000 frame con una risoluzione in HD! Per renderizzare la scena è stata utilizzata una render farm composta da 30 computer coordinati dal sistema di NET Render di CINEMA 4D. Molti frame sono stati renderizzati con livelli utilizzando Multi-Pass, che hanno reso più semplice il compositing in After Effects. 
Il completamento del progetto entro la scadenza prevista (entro 20 giorni) è stata una bella sfida per i software, gli hardware e per il team della Visualimpression ma la stabilità di CINEMA 4D ed il suo set di strumenti e funzioni ha contribuito al successo di questa impressionante serie di visualizzazioni. 


FORUM
LINK

Advertising

Condividi / Seleziona lingua
You can translate the content of this page by selecting a language in the select box.
Commenta
Copyright 2018 Matteo Sacco
Partita IVA 01973081209
Bologna,Italy

MAXON e CINEMA 4D appartengono a
MAXON Computer GmbH, MAXON Computer Inc.,
MAXON Computer Ltd., MAXON Computer Canada Inc.