Portale UFFICIALE CINEMA 4D Italia         

MENU

SubMenu & Filters

Corsi Maxon Cinema 4D R20
Bologna Aprile 2019
con Trainer Certificato

3113 di Demeusy

Art. 84 Pubblicato il 2012/05/22 da


Gli artisti sono famosi per il loro lavoro pubblico, ma ognuno di loro ha un sogno nel cassetto che sperano di realizzare. Eric Demeusy conosce bene questa situazione. Questo artista ha creato il Droid originale per gli smart phone di Verizon e ha lavorato anche per Tron: Legacy di  Disney. Di recente ha vinto un Emmy per il compositing che ha creato per la sequenza di titoli per Game of Thrones di HBO. Dietro le quinte però, in questi ultimi due anni ha lavorato anche per realizzare un suo progetto personale, il cortometraggio di fantascienza 3113. 



Scritto, diretto e girato da Demeusy, che ha utilizzato CINEMA 4D di  MAXON per il VFX e l'animazione, il film racconta la storia 3113, un droide mandato in missione per salvare una specie in pericolo in una galassia lontana. Ma il percorso dell'androide viene inesorabilmente modificato quando un meteorite si schianta contro la sua astronave, costringendolo ad atterrare su un pianeta inesplorato. 



Demeusy ha finanziato gran parte del suo film e ha fatto la maggior parte del lavoro, incluso lo sketching e la creazione dei costumi per l'androide e per le creature in via di estinzione. Mentre la creatura, che è fatta con un pupazzo ricoperto da una pelliccia di pelo, e i polli sono mossi da un burattinaio, l'androide è invece un attore e il suo costume doveva seguire i suoi movimenti. 

“Ho progettato il costume dell'androide in modo che ogni pezzo potesse essere comprato e manipolato in qualche modo,” ha dichiarato Demeusy, spiegando come quella che sembra una tuta spaziale high-tech altro non è che un insieme di elementi comprati in ferramenta. “Ho passato ore a sciogliere i materiali, fare marcature con i laser e sporcarli in modo che sembrassero usati.” 

Kyle McIntyre, amico di lunga data di Demeusy è stato il produttore del progetto.




I due si sono incontrati alla New York Film Academy Universal Studios nel 2005 e già in passato hanno sviluppato dei film assieme. Per loro, 3113 è stata un'opportunità per collaborare nuovamente. Sono stati necessari sette giorni nell'arco di cinque mesi per creare i tre shoot di 3113, ha detto Demeusy. Erano necessari diversi scenari per far sembrare che le scene si svolgessero in due pianeti diversi, uno occupato dall'androide e l'altro abitato dalla creatura in via d'estinzione: Demeusy ha scelto il Parco Nazionale Joshua Tree ed il Parco Nazionale Yosemite come luoghi per le riprese. Alcune scene sono state girate anche a Los Angeles.





Una volta finite le riprese, Eric ha iniziato a lavorare sugli effetti speciali, un processo laborioso che ha richiesto un anno di tempo per essere concluso.  "Fin dall'inizio sapevo che avrei dovuto utilizzare Cinema 4D per la modellazione. Ogni shot è stato pianificato attentamente, in modo che potessi capire gli elementi necessari e il lavoro che dovevo svolgere in 3D o nella post produzione.” 

Ha impiegato più di due mesi per modellare la navicella spaziale in 3D. Quando ha progettato i controlli della navicella, Demeusy si è ispirato ai pannelli di controllo della NASA, in modo da poter creare “un pannello del futuro.” Xrefs ha avuto un ruolo chiave nella creazione dei gadget, degli schermi, delle manopole e dei quadranti. “Essere in grado di duplicare dei frame era un punto cruciale, in quanto la quantità di dettagli era veramente elevata”.



L'astronave è stata interamente modellata in C4D (ad eccezione dell'androide), così come molte scene, le quali sono state animate in Cinema 4D e completate in After Effects.

Far sì che le luci lampeggiassero sul pannello di controllo è stato particolarmente impegnativo. Alcune luci sono state dipinte con Photoshop e texturizzate in pannelli 3D, ma altre sono state create tagliando le geometrie ed utilizzando sorgenti di luce posizionate dietro alle aperture. “Ho migliorato l'illuminazione della scena durante il compositing aggiungendo  bagliori, correzioni colori ed effetti lenti,” spiega Demeusy. Il processo è stato così laborioso che ha richiesto due settimane di lavoro per renderizzare 5 secondi di animazione sul portatile. “Avevo il portatile acceso sempre con me, anche in macchina, in modo che potesse continuare con il rendering.”

FORUM
LINK

Advertising

Condividi / Seleziona lingua
You can translate the content of this page by selecting a language in the select box.
Commenta
Copyright 2018 Matteo Sacco
Partita IVA 01973081209
Bologna,Italy

MAXON e CINEMA 4D appartengono a
MAXON Computer GmbH, MAXON Computer Inc.,
MAXON Computer Ltd., MAXON Computer Canada Inc.